Comune di San Marcello Pistoiese

Calendario Eventi

« Agosto 2017 »
L M M G V S D
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      

Contesto Pagina

In primo piano

REFERENDUM ABROGATIVO DEL 17 APRILE 2016

REFERENDUM ABROGATIVO DEL 17 APRILE 2016

Con D.P.R. del 15/2/2016 è stato indetto il Referendum popolare abrogativo sulle trivellazioni in mare per il 17 aprile 2016.

Il quesito su cui gli elettori sono chiamati ad esprimersi è il seguente:

"Volete voi che sia abrogato l'art.6 , comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, "Norme in materia ambientale", come sostituito dal comma 239 dell'art. 1 della legge 28/12/2015, n. 208 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di Stabilità 2016)", limitatamente alle seguenti parole: "per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale"?

Si vota esclusivamente DOMENICA 17 APRILE 2016 dalle ore 7.00 alle 23.00.

Manifesto Convocazione Comizi (108 Kb - pdf)

LUNEDI' 14 Marzo 2016 scade il termine per la presentazione delle domande per la propaganda elettorale diretta.

LUNEDI' 28 MARZO 2016 è il termine ultimo per far pervenire al Comune di iscrizione elettorale la domanda per esercitare il voto a domicilio.


CONVOCAZIONE DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE PER LA NOMINA DEGLI SCRUTATORI.

Manifesto di Convocazione (8 Kb - pdf)


Apertura straordinaria dell'ufficio elettorale
L'Ufficio elettorale sarà aperto in via straordinaria per consegnare le tessere o rilasciare i duplicati ININTERROTTAMENTE:
VENERDI' 15 E SABATO 16 APRILE dalle 9.00 alle 18.00
DOMENICA 17 APRILE, giorno della votazione, DALLE 7.00 ALLE 23.00
Voto degli elettori A.I.R.E

Gli elettori residenti all'estero ed iscritti nell'A.I.R.E. (Anagrafe degli Elettori Residenti all'Estero) possono votare per corrispondenza, oppure possono decidere di votare rientrando in Italia e recandosi a votare nel proprio Comune di iscrizione elettorale.

Per poter votare in Italia l'elettore residente all'estero deve esercitare la specifica OPZIONE con cui esprime tale volontà.

L'opzione è valida solo per il presente referendum.

L'opzione deve essere inviata al Consolato di riferimento mediante consegna a mano, invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata del documento di identità del sottoscrittore.

L'opzione può essere anche revocata.

Eventuali opzioni esercitate in occasione di precedenti consultazioni NON HANNO PIU' EFFETTO.


Voto degli elettori temporaneamente all'estero per la data del Referendum

I cittadini italiani che, per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano per un periodo di almeno 3 mesi all'estero, nonché i loro familiari conviventi, nel momento in cui ricade la data di svolgimento del Referendum possono votare per corrispondenza.

Per fare ciò è necessario trasmettere al Comune di iscrizione elettorale la specifica OPZIONE entro il 17 marzo 2016: la richiesta vale solo per il referendum ed è revocabile entro lo stesso termine.

L'opzione può essere presentata anche se l'interessato non si trovi già all'estero al momento della domanda stessa, purché il periodo previsto e dichiarato di temporanea residenza all'estero comprenda la data stabilita per il referendum.

L'opzione è redatta in carta libera, corredata di copia del documento valido di identità dell'elettore, deve contenere l'indirizzo estero cui deve essere inviato il plico elettorale ed una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti previsti dall'art. 4 bis, comma 1 , L. 459/2001 rilasciata ai sensi degli articoli 46 e 47 DPR 445/2000.

L'opzione deve essere trasmessa al Comune che si occuperà di inviarla al Consolato competente.


Modello Opzione Voto (1.1 Mb - pdf)

Propaganda diretta

Lunedì 14 Marzo 2016 scade il termine per la presentazione delle domande per la propaganda elettorale diretta.
Le relative istanze possono essere direttamente trasmesse via telefax al n. 0573 630623. Le stesse possono anche essere preannunciate per via telematica, in tale caso sono da considerarsi pervenute in tempo utile allorquando, prima che la Giunta comunale si sia pronunciata al riguardo, siano confermate con lettera in originale con telefax.



Voto domiciliare

Il voto domiciliare è previsto esclusivamente a favore:

- degli elettori indipendenza vitale e continuativa da apparecchiature elettromedicali
oppure
- degli elettori che sono affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA(art.1, c. 3, L.7/5/2009, n. 46)

Gli elettori interessati devono far pervenire al Comune di iscrizione elettorale la seguente documentazione:
A) dichiarazione in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano e recante l'indicazione dell'indirizzo completo (scarica il fac simile allegato);
B) un certificato, rilasciato dal funzionario medico, designato dai competenti organi dell'azienda sanitaria locale, che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità previste dalla legge 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

E' possibile richiedere di essere ammessi al voto anche indicando un domicilio in un altro comune italiano, diverso da quello di iscrizione nelle liste elettorali.
In questo caso la domanda va presentata al comune di residenza che si occuperà di comunicare al comune ove si trova la persona il nome e l'indirizzo dell'elettore avente diritto.

La domanda dovrà pervenire al Comune entro LUNEDI' 28 MARZO 2016.
Se sulla tessera elettorale dell'elettore non è già inserita l'annotazione del diritto al voto assistito, si può richiedere al funzionario ASL di attestare l'eventuale necessità di un accompagnatore per l'esercizio del voto al momento in cui rilascia il certificato per il voto domiciliare.


Fac simile Domanda VOTO DOMICILIARE (34 Kb - pdf)



Commissione elettorale per la nomina degli scrutatori del seggio elettorale

La Commissione elettorale comunale per la nomina degli scrutatori di seggio in occasione del Referendum popolare del 17 aprile 2016 si riunisce in seduta pubblica il giorno 25 marzo 2016 alle ore 9.30 nei locali della Sala Giunta del Palazzo Comunale - Via P. Leopoldo, 10/24.

Composizione e nomina dei componenti dei seggi elettorali
L'ufficio elettorale di sezione per il Referendum è composto da:
- 1 Presidente
- 1 Segretario
- 3 scrutatori di cui uno, nominato dal Presidente, assume le funzioni di vicepresidente.

Il funzionamento e le operazioni all'interno dei seggi elettorali sono descritte nell'apposito manuale del Ministero dell'Interno che contiene le Istruzioni per le operazioni degli uffici elettorali di sezione che sarà scaricabile dal sito non appena sarà reso disponibile dal Ministero, insieme al fac simile del verbale delle operazioni.

I presidenti delle sezioni elettorali sono nominati dalla Corte d'Appello di Firenze.
Ogni presidente nomina il proprio segretario che deve essere un elettore del comune, in possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado e non incorra in una delle cause di esclusione dalle funzioni di componente del seggio.



Cosa occorre per votare

Per esercitare il diritto di voto è necessario esibire la propria TESSERA ELETTORALE, insieme alla carta d'identità o ad un altro documento di identificazione (con fotografia) rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, per esempio:
- patente - passaporto - libretto di pensione
- tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale
- tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purché convalidata da un comando militare.
I suddetti documenti di identificazione sono considerati validi per accedere al voto anche se scaduti, purché risultino sotto ogni altro aspetto regolari e possano assicurare la precisa identificazione del votante.
In mancanza di documento, l'identificazione può avvenire anche attraverso uno dei componenti del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità, oppure attraverso un altro elettore del comune, noto al seggio (provvisto di documento valido), che ne attesti l'identità.
I cittadini che non avessero ricevuto la tessera elettorale, che l'hanno smarrita possono ritirarla o richiederne una nuova presso l'Ufficio Elettorale del Comune in Via P. Leopoldo, 10/24, nei giorni di apertura straordinaria.
PER EVITARE FILE O ATTESE NEI GIORNI DEL VOTO, coloro che hanno completato gli spazi possono richiedere fin dal 4 Aprile p.v. il rilascio della nuova tessera elettorale: in questo caso è necessario recarsi all'Ufficio Servizi Demografici con la tessera esaurita.

Apertura straordinaria dell'ufficio elettorale
L'Ufficio elettorale sarà aperto in via straordinaria per consegnare le tessere o rilasciare i duplicati ININTERROTTAMENTE:
VENERDI' 15 E SABATO 16 APRILE dalle 9.00 alle 18.00
DOMENICA 17 APRILE, giorno della votazione, DALLE 7.00 ALLE 23.00
________________________________________
Normativa
Legge 30/4/1999 n. 120 "Disposizioni in materia di elezione degli organi degli enti locali, nonché disposizioni sugli adempimenti in materia elettorale".
D.P.R. 8/9/2000 n. 299 "Regolamento concernente l'istituzione, le modalità di rilascio, l'aggiornamento ed il rinnovo della tessera elettorale personale a carattere permanente, a norma dell'articolo 13 della legge 30 aprile 1999, n. 120".






Validatori